Galeotta fu Montecarlo. Incontro tra Givenchy, Colette e Audrey. Nasce Sabrina

C’era una volta…

Una giovane attrice viso d’angelo. In realtà era una ballerina di danza classica: lo si capiva da un semplice sguardo. Non camminava come una comunque mortale: volteggiava lievemente sulle mezze punte. Con la grazia di una piuma. Aveva grandi occhi castani… e la “joie de vivre” in corpo, che anche se lei era inglese si intonava alla perfezione con la Francia romantica, anni ‘50..

Una Francia che sapeva anche essere molto trasgressiva…e al di la’ dei comuni cliché. Era la France della scrittrice Colette. L’autrice non solo delle Claudine (la serie editoriale la cui protagonista è l’antesignana di Lolita…), ma soprattutto l’autrice della piece teatrale scandalosa…Cherie (che narra l’impossibile storia d’amore tra Lea, bellissima ex cortigiana di mezza eta’, e un ragazzino di lei più giovane di venti anni..) (per i non addetti ai lavori consiglio il film omonimo con la bellissima Michelle Pfeiffer..).

..E così fu che la fresca bellerina e giovane attrice conobbe Colette. E divenne protagonista di Cherie…

Galeotta fu: Montecarlo!

Niente di meno che il Principato di Monaco. Dove Audrey Hepburn era di scena in quanto…. (ciack si gira!) protagonista del film chicca: Vacanze a Montecarlo. Che le porterà moltissima fortuna visto che seguira’, negli anni a venire..il famoso film “Vacanze romane”…

E Monaco che vai..Principato che trovi… ecco che la nostra Audrey diventa un’icona della moda… diciamocelo: lei era già molto ben predisposta a tale ruolo… ma come in tutte le favole che si rispettino qui c’è stato anche un pizzico di tocco magico… fata turchina vi domanderete? No: ma quasi. Il mago della moda anni ‘50. Le conte Hubert de Givenchy. Che ai quei tempi era già stilista ufficiale del Principato. Quello preferito dalla nostra Grace.

E fu così che la magia ebbe il suo compimento: nacque Sabrina.

Proprio come nel film la ragazza attuò la sua metamorfosi. Da graziosissimo bruco a farfalla. Via la coda di cavallo, aboliti i fiocchi: ecco in look moderno e sofisticato. Fatto di sfiziosi cappellini, moderni tubini, (indimenticabile quello nero che ne fa l’icona di Colazione da Tiffany), abiti avvolgenti come pepli romani, ma anche soffici gonne di tulle a palloncino (lei che poteva permetterselo!)

Ed eccola risplendere nel firmamento del cinema! Una vera leggenda!

Si sa: Montecarlo è sempre Montecarlo..e quando si tratta di stelle e di cinema..beh è ineguagliabile..un po’ la Los Angeles del

mediterraneo (con rispetto per Cannes e Venezia ..)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...